Fase tre: ripartono i matrimoni!

Matrimonio all'aria aperta a Monchiero

Dal 15 giugno è di nuovo possibile celebrare le nozze e organizzare ricevimenti in sicurezza: le linee guida per sposi e invitati.

Pochi invitati, mascherine anche per gli sposi. E poi buffet, ma senza self-service. Nel maxi protocollo della Fase 3 post Covid, che detta le regole della ripartenza un capitolo specifico è riservato a matrimoni e cerimonie: andiamo a scoprire nel dettaglio, per capire come organizzare il vostro ricevimento di nozze.

Matrimoni all’aria aperta

Bisognerà scegliere luoghi all’aperto, come giardini o terrazze, ma anche chiese all’esterno e dovrà essere garantito il distanziamento sociale di almeno 1 metro. Gli ospiti dovranno indossare sempre la mascherina – così come gli sposi, il personale di servizio tra camerieri, fotografi, musicisti e anche il prete in Chiesa – eccetto quando saranno seduti al tavolo. Gli spazi vanno organizzati in maniera tale da garantire un’adeguata distanza tra le persone: sì dunque a sedute e divanetti purché siano ben distanziati. Sì anche ai tavoli, ma con distanziamento sociale a meno che a sedere insieme non siano congiunti (in quest’ultimo caso è possibile anche sedere vicini).

Silvia e Alessandro - Matrimonio a Vigna Chinet
Foto Nina Milani

Buffet con finger food

Menzione a parte meritano i buffet: secondo le linee guida infatti non sarà possibile il self-service a meno che non sia previsto in finger food, dunque appositamente organizzato in vaschette o piattini monodose. Sarà compito del catering, quindi, obbligato ad indossare guanti e mascherine, servire agli ospiti il buffet, eventualmente anche con un servizio “all’inglese” (dunque con il vassoio tra i tavoli o in piedi)
Segnaletica a terra, barriere in plexiglas e “controllori” saranno necessari per evitare gli assembramenti e garantire il distanziamento sociale durante il matrimonio. Se la location lo consente, sarebbe bene anche organizzare percorsi differenti sia per l’entrata che per l’uscita.
La lista degli invitati dovrà essere conservata per almeno 14 giorni così da tracciare facilmente le persone che sono venute a contatto con eventuali contagiati. Durante il ricevimento infine va garantita un’adeguata pulizia degli ambienti e anche di eventuali attrezzature, prima e dopo ogni utilizzo.

Allestimento Matrimonio Cascinetta di Buriasco
Foto Mari Crea Photographer

La band e la musica dal vivo

Anche per quanto riguarda le esibizioni musicali il protocollo detta alcune linee guida. Sul palco si sale con la mascherina. La band può toglierla solo se viene garantita la distanza di 1 metro, ad eccezione chiaramente del cantante. I musicisti con strumenti a fiato dovranno distanziarsi di 1 metro e mezzo e agli ottoni va fornita una vaschetta di raccolta per la condensa con del liquido disinfettante.

Ma non temete, una cosa di certo non cambierà mai, nemmeno ai tempi del Covid 19: l’emozione che vivrete è qualcosa di meraviglioso|

E’ bellissimo emozionarsi, lasciarsi andare e sentire il cuore che batte, le labbra che sorridono, gli occhi che si colmano di gioia. Più grandi sono le emozioni che riusciamo a vivere e maggiore sarà la pienezza della nostra vita. Partecipare alla realizzazione di un amore, essere presenti al matrimonio di amici o parenti fa bene all’anima e ci permette di vivere una giornata in completa armonia con il mondo.

Condividi sui social: 

Serena Costantino mail: info@serenacostantinoweddingplanner.com tel: 347 791 89 54
© Copyright 2024 Cookies Policy – Privacy Policy – Codice Fiscale: CSTSRN86R54L219F – Powered by luisafassino.com